Detrazioni Fiscali 2016: cosa cambia

Detrazioni fiscali del 50 e 65% prorogate anche per il 2016. Il Consiglio dei Ministri ha votato a favore della legge di stabilità, una manovra finanziaria da 26,5 miliardi di euro. Nuova proroga dunque per i bonus per le ristrutturazioni e la riqualificazione energetica, inizialmente estesi fino al 31 dicembre 2015. Allora si parlava anche di rendere fisse queste agevolazioni, ma per il momento sono state nuovamente prorogate per un altro anno con le stesse percentuali.,Il bonus edilizia che fa parte del disegno di legge approvato ieri prevede un aumento dal 36% al 50% la detrazione sulle spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie, confermando l’attuale livello di agevolazione. Senza di esso, infatti, i bonus si sarebbero ridotti al 36%. Potranno essere portati in detrazioni anche mobili e grandi elettrodomestici così come gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Ristrutturazioni: detrazioni del 50%

Come aveva già fatto la legge di stabilità 2015, quella del 2016 ha prorogato anche per il prossimo anno la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), confermando il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare. Va ricordato che potranno essere detratte anche le spese legate all’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Ricorda l’Agenzia delle entrate che a prescindere dalla somma spesa per i lavori di ristrutturazione, la detrazione si calcola su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro e ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

Riqualificazione energetica: detrazioni del 65%

In questo caso, si potranno ottenere detrazioni dall’Irpef se si effettuano degli interventi per aumentare l’efficienza energetica degli edifici esistenti, ad esempio con la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, con il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi), con l’installazione di pannelli solari e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. Tra le novità del 2015 anche la possibilità di detrarre le spese per tende da sole e caldaie a biomassa.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *